Quanti ibridi felini ci sono? - Blog Gatti Bengala - Il Gatto Bengala - Blog

Cerca Argomento
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quanti ibridi felini ci sono?

Pubblicato da in ORIGINI DEL GATTO BENGALA E DEI FELINI ·
Tags: ORIGINIGATTOBENGALAGATTOBENGALABENGALNOTIZIEGATTOBENGALAALLEVAMENTOGATTIBENGALANOTIZIEASIANLEOPARDCAT
Il discorso sugli  ibridi felini è interessante ed affascinante, ma non tutti gli incroci  riescono e a volte si creano solo dei mostri...
 
Tutto ciò  lascia alcune
perplessità e quindi vorrei spiegare brevemente quali sono le razze ibride conosciute e ottenute dall'uomo:

 
-Bengal   : si ottiene con il gatto comune e il  leopardo asiatico, diciamo è  l'ibrido più di vecchia data e il più amato e anche qui in Italia ci  sono diversi allevamenti ma solo alcuni lavorano con coscienza e non si  imbattono in incroci di prime generazioni che "sfornano" esemplari  troppo aggressivi...
 

-Chausie : si ottiene con il gatto comune e il gatto della jungla
 

-Savannah : si ottiene con il gatto comune o bengala e il servalo, sono costosissimi e insieme ai bengals sono i più comuni.
 

-Safari : si ottiene con il gatto comune e il South American Geoffroys cat  che è molto raro.

 

-Bobcat : un ibrido che avviene anche naturalmente con la lince
canadese , ne esitono di più colori a pelo lungo e corto.
 

-Caracal : un ibrido con il gatto comune e  le linci del
deserto . Vengono usate in india e iran per la caccia agli uccelli.
 

-Habari ,ibrido di cui se ne sà poco perchè scoperto di recente sono
forse molto piu belli dei savannah.
 

Per quanto riguarda il carattere di questi animali ci sono opinioni
discordanti. Secondo me equivale quasi ad avere un Ocelot in casa che
se non erro è stato uno degli ultimi felini di media grandezza ad
essere stati legali in Italia.
Su tutti i siti degli allevatori parlano di questi gatti come animali
domestici che si affezionano anche più di un gatto normale , dicono
come dei cani.
Penso che questo sia vero , vi assicuro che anche una tigre si può
affezionare ad un uomo in maniera più dipendente di un gatto , per
quanto sia spregevole tenerle in un recinto.
Ci sono diversi allevatori in italia di questi gatti, sia di Bengals che di di Savannah.
 
Il  discorso è che,mentre il bengala è un animale docile e tranquillo che  vive benissimo sul divano, il Savannah è  più grande e vivace di un  gatto normale ,
c' è bisogno di avere un grosso giardino con degli alberi.
E' comunque ovvio che un gatto di quelle dimensioni quando gioca può
far male se non sei abituato.
 Poi c' è la questione morale e lo spreco degli embrioni instabili,  questo per ottenere gli ibridi ocn felini particolari e non nel caso  delle due razze sopra citate;
 in parole povere il fatto è che fecondando embrioni in
vitro si salta quel processo naturale dove è lo spermatozoo migliore
ad averla vinta e di conseguenza ci sono alcuni embrioni instabili
destinati o a fare un mostro o a non nascere mai.
Personalmente non penso che quella sia da considerarsi vita ma forse
una possibile vita è un discorso complesso e opinabile.
Se avete opinioni o cose da dire su questi gattoni sono tutto orecchie
, è un argomento che secondo me va approfondito...


Blog Gatti Bengala : le origini del gatto bengala



1 commento
Voto medio: 115.0/5
Lisa
2015-12-26 22:47:48
Interessantissimo argomento, torno sempre volentieri a leggervi, ho sdcaricato la app e ogni volta che pubblicate mi arriva notifica, grazie mille!!

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu