Cos'è l'Asian Leopard Cat o aLC - Blog Gatti Bengala - Il Gatto Bengala - Blog

Cerca Argomento
Vai ai contenuti

Menu principale:

Cos'è l'Asian Leopard Cat o aLC

Pubblicato da in ORIGINI DEL GATTO BENGALA E DEI FELINI ·
Tags: lamaggioreespertaingattibengalaeasianleopardcat
Le giungle dell'Asia sono popolate da grandi felini come il gatto marmorizzato,il gatto dorato asiatico e il gatto leopardo detto Asian Leopard Cat o abbreviato ALC.
Solo i più fortunati riescono a vederne uno , mentre è più semplice intravedere tra le fitte piante, qualche loro orma.
Il giaguaro è il più grande felino delle Americhe e necessita di grandissimi spazi per sopravvivere, altrimenti le riserve di cibo non basterebbero.Sono eccellenti nuotatori e amano arrampicarsi; a volte si riesce a intravederli stesi lungo i fiumi.
Lungo i fiumi asiatici vivono svariate creature affascinanti...
Indubbiamente l'Asian Leopard Cat è uno tra i più affascianti; è un  animale solitario che passa in genere la giornata nella sua tana o appollaiato su qualche albero, dove si mimetizza molto bene grazie al colore del suo pelo, attendendo con calma l'arrivo della notte, quando in genere va a caccia. E' possibile vederlo a caccia di giorno.

blog della massima esperta in leopardi , gatti selvatici e  bengala



Non socializza molto con i suoi simili; il suo territorio che generalmente di aggira intorno ai 20 km quadrati,  area che usa marcare con urina per indicare ai maschi della sua specie di non sconfinare. Il territorio può essere condiviso solo con le femmine.

Una caratteristica del leopard cat è che nel suo ambiente che si estente  anche in aree popolate, riesce a vivere tranquillamente in mezzo alle persone e non essere visto, tanto è grande la sua capacità di mimetizzarsi e muoversi in silenzio.

Sono ottimi corridori, audaci arrampicatori sia in montagna che sugli alberi, contrariamente ad altri felini sono anche ottimi nuotatori (anche se non eccellenti come le tigri) particolarmente amanti dell'acqua.
L'asian Leopard cat,  tra tutti i felini di piccole dimensioni, è sicuramente quello più furtivo, aggraziato e con un corpo muscoloso.
E' caratterizzato da un mantello maculato con anelli più scuri molto ben segnati con all'interno rosete di colore rossiccio; in genere i motivi e la colorazione del mantello variano sensibilmente tra gli ALC delle diverse regioni così come la densità della pelliccia che nelle regioni tropicali tende ad avere un pelo più corto e lucido mentre nelle regioni a clima freddo il pelo è più lungo e fitto.
Si è osservato che in genere c'è una tendenza al melanismo (mantello di colore scuro come la pantera nera ) quando il leopard cat vive nelle zone fitte e nei sottoboschi;  quindi in ambienti bui, dove appunto c'è necessità di colori scuri per una migliore mimetizzazione.




La particolare è coda, corta e massiccia,  serve per dare equilibrio e viene tenuta con la punta sollevata quando l'animale cammina.
Ha una eccellente visione notturna,  sei volte maggiore rispetto a quella dell'uomo infatti la vista assieme all'udito sono le due armi maggiormente utilizzate per la caccia.
Le zampe sono molto lunghe, provviste di artigli retrattili usati per ghermire la preda e per segnare il territorio graffiando gli alberi, e di cuscinetti carnosi grazie ai quali riesce a muoversi silenziosamente.
E' inoltre provvisto di mascelle dotate di una forte muscolatura che gli consente di afferrare e ghermire le prede.
Il leopard cat è un eccellente cacciatore.  Si ciba di una varietà abbastanza variegata di piccoli animali come topi, uccelli, scoiattoli, e pesci, e quando hanno fame mangiano anche gli insetti...
Caccia in genere di notte percorrendo lunghe distanze pur di scovare la preda alle quali si avvicina silenziosamente per piombargli addosso quando non ha più alcuna possibilità di scampo ed ucciderla. Raramente attacca in aree aperte. Se la preda è di una certa dimensione l'ALC la porta supra ad un albero per renderla inaccessibile ad altri animali.
Il maschio di leopard cat quando trova una femmina in calore, dopo essersi accoppiato, normalmente va via prima che nascano i cuccioli e non partecipa alle cure parentali.
A seconda della regione nella quale vive, la femmina si può accoppiare in qualunque periodo dell'anno a partire da gennaio a febbraio , fino a settembre  ottobre. Il calore dura circa una settimana mentre la gestazione dura dai 65 giorni, come nel gatto comune. Possono nascere 2 o 3 cuccioli ma in genere solo 1 o 2 sopravvivono.
Per partorire la femmina cerca un genere piccoli nascondigli e rifugi o nelle parti incavate degli alberi dove i cuccioli possano rimanere all'asciutto, oppure anche in tane riparate tra sassi e la vegetazione del sottobosco.
Alla nascita i cuccioli di leopardo pesano circa mezzo chilo e per i primi dieci giorni di vita sono ciechi.
Lo svezzamento avviene in genere intorno ai 3 mesi, periodo in cui i piccoli iniziano ad accompagnare la madre a caccia, dove anche loro iniziano ad imparare le tecniche.
Restano con la madre fino agli 8 - 10 mesi quando raggiungono la maturità sessuale dopo di che andranno a cercare un proprio territorio.






Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu