L'alimentazione dei cuccioli Bengala - Blog Gatti Bengala - Il Gatto Bengala - Blog

Cerca Argomento
Vai ai contenuti

Menu principale:

L'alimentazione dei cuccioli Bengala

Pubblicato da in SALUTE NEL BENGALA ·
Tags: alimentazionecuccioligattobengala
Il gatto bengala neonato, fino alle 3-4 settimane si alimenta con  il latte materno, dopo di che inizia lo svezzamento con i cibi solidi.
 La mamma si occupa di procedere gradualmente con lo svezzamento  insegnando al cucciolo a cibarsi anche di carne e crocchette senza però  lasciarlo privo del latte che continuerà a dare ai suoi cuccioli fino a  che non sarà certa che siano pronti abbandonare il caldo nido materno.
Io  consiglio sempre di iniziare a proporre ai cuccioli dell'umido di buona  qualità in ciotoline molto basse, vanno bene anche dei piattini.
Il  cucciolo Bengal, si sporcherà,farà le prove ,e piano piano comincerà  dapprima a leccare e poi a ingerire i bocconcini. Per la prima fase  dello svezzamento si alterna latte e cibo solido, aumentando  gradualmente quest’ultimo anche secondo lo sviluppo del micetto.

Molti  esperti dicono che il cucciolo necessita di latte solo fino al primo  mese di età, io, per esperienza personale, vedo che le mie mamme Bengal,  continuano a seguire ed allattare i cuccioli anche fino ai tre mesi:
 ritengo che l'allattamento non sia solo un mezzo per alimentare il  cucciolo ma servaper mille motivi; uno  svezzamento precoce o una  precoce separazione dalla famiglia può dare problemi, come lento  apprendimento, diffidenza, o temperamento aggressivo e problemi  comportamentali in genere in età adulta.
Inoltre il latte  materno è molto più nutriente e ricco di grassi del latte vaccino e  contiene gli anticorpi che proteggono il micino ancora privo di difese  immunitarie.
Man mano che il cucciolo cresce si avvicinerà  sempre più al cibo solido fino ad allontanarsi dal latte della mamma; in  alcuni casi è la mamma bengal che decide quando è il momento per  togliere del tutto il latte ai cuccioli.
Se si decide di  procedere con le crocchette, esistono in commercio suddivise per fasce  d'età: le "Baby Cat" sono molto piccole, consigliate fino ai due mesi di  età, poi ci sono le "Kitten" per arrivare alle crocchette da adulti.
In  genere quando un cucciolo entra nella nuova famiglia, intorno ai tre  mesi, è già abituato alla sua dieta ( a seconda della scelta  dell'allevatore) quindi basta seguire le indicazioni e non addentrarsi  in cambiamenti repentini che potrebbero causare al cucciolo diarrea e  problemi di appetito.

Per quanto  riguarda il numero dei pasti, ricordo che il bengala ama fare pasti  piccoli e frequenti. Onde evitare di sprecare grandi quantità di cibo,  fategli fare sin da piccolo 4-5 pasti al giorno: se mettete grandi  quantità di cibo nella ciotola, lui piluccherà la superficie, avanzerà  il resto e quando questo si secca, il gatto non lo mangerà più.
E  ricordatevi di lasciare sempre la ciotola dell’acqua a disposizione: il  gatto ancora più del cane è capace di sfruttare alla perfezione l’acqua  contenuta negli alimenti e se mangia l’umido, è probabile che non lo  vedrete bere molto spesso, mentre se mangia le crocchette potrebbe bere  un pochino di più.
Ecco alcune cose da non fare nell’alimentazione del vostro cucciolo bengala:

•\tNon somministrare latte vaccino, provoca diarrea

•\tNon  somministrare latte in polvere per gattini dopo i due mesi di  vita,ammenochè non siano inappetenti o non abbiano un calo ponderale  causa lo stress da cambiamento

•\tNon  somministrare cibo per adulti: un conto è nell’emergenza del primo  giorno, se non hai cibo per gattini a disposizione, gli puoi dare  qualche crocchetta del tuo gatto adulto, opportunamente spezzettato. Ma  già il giorno dopo bisognerebbe andare a comprare le crocchette Kitten:  questo perché un gattino alimentato con cibi per adulti, non ha tutti i  nutrienti necessari per la sua corretta crescita fisica. Le crocchette  Kitten sono più proteiche, proprio perché il gattino ha bisogno di un  maggior fabbisogno proteico.

•\tNon  somministrare carne con ossa, nonostante i gatti siano in grado di  spezzare ogni tipologia di ossa, è meglio evitare ossa e lische,  sopratutto quando sono cuccioli.

•\tNon somministrare al gatto crocchette per cani: sono meno proteiche e salate.

•\tNon dare al gatto dolci e cioccolata: sono un veleno per lui.
                                                                      Tonietto  Luisa Albachiara


Blog Gatti Bengala: cosa mangiano i cuccioli



Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu